CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTO 31-03 ORE 19

Facebooktwittermail

ISS: ARRIVATI AL PICCO, VICINI AL VALORE 1. TREND CONTAGI E RICOVERI ANCORA IN CALO. ALLE 12 MINUTO DI SILENZIO IN TUTTA ITALIA. GOVERNO VERSO PROROGA RESTRIZIONI A PASQUA. CONSENTITA PASSEGGIATA UN GENITORE CON MINORE VICINO A CASA, NO A JOGGING. NESSUNA NUOVA AUTOCERTIFICAZIONE (Tutte le notizie anche sul sito diegobianchinews.it @copyright)
PROTEZIONE CIVILE – Sono 15.729 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 1.109 in più di ieri, Lunedì erano 1590. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. I malati sono 77.635, con un incremento rispetto a ieri di 2.107 (Lunedì 1648 ma sono stati fatti 6000 tamponi in più). Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – è di 105.792. Sono 12.428 i morti, con un aumento rispetto a ieri di 837. Lunedì l’aumento era stato di 812. Dati ancora rilevanti: c’è una diminuzione dell’incremento dei ricoverati, da 1.276 il 26 marzo a 409 ieri a 397 oggi; in terapia intensiva l’incremento giornaliero era 120 il 26 marzo, è di 42 oggi.
ISS – “Siamo arrivati al picco, ma ora dobbiamo scendere dall’altra parte” ha detto il presidente dell’Iss Silvio Brusaferro. “L’epidemia può ripartire se molliamo rispetto alle misure di contenimento e isolamento in atto”.
LOMBARDIA – Presentato il nuovo ospedale in Fiera Milano, costruito in 10 giorni, da Lunedì i primi pazienti. “E’ una struttura ospedaliera a tutti gli effetti, non un ospedale da campo e ospiterà il più grande reparto di terapia intensiva d’Italia”. Lo ha sottolineato Ezio Belleri, direttore generale del Policlinico di Milano che gestirà l’ospedale. Intanto rallentano ancora i contagi in Lombardia, per il secondo giorno consecutivo: i nuovi casi positivi registrati sono 1.047, Lunedì erano 1154, Domenica 2117, spiega l’assessore lombardo al Welfare, Giulio Gallera. I decessi di persone positive al coronavirus registrati in Lombardia sono stati 381 (ieri 458). I casi di contagio per provincia (tra parentesi il dato di lunedì e la differenza, ndr sono stati fatti più tamponi): Bergamo 8.803 (8664, +138), Brescia 8367 (8213, +154), Como 1.101 (1.062, +40), Cremona 3.869 (3.788, +81), Lecco 1.470 (1470, +33), Lodi 2.116 (2087, +29), Monza Brianza 2.462 (2.362, +100), Milano 8.911 (8.676, +235), Mantova 1.688 (1.617, +71), Pavia 2.133 (2.036, +97), Sondrio 470 (446, +24), Varese 893 (866, +27), 925 in fase di verifica.
LUTTO – Oggi bandiere a mezz’asta alle 12 in tutta Italia “uniti nel lutto e sostegno reciproco” nella lotta contro il coronavirus: l’iniziativa partita dall’Anci è stata raccolta da tantissime istituzioni, dai comuni sloveni al confine fino al Vaticano.
GOVERNO – Nei prossimi giorni verrà annunciata la proroga delle misure restrittive in tutta Italia fino a Pasqua. Lo ha annunciato il ministro della salute Speranza. Il governo teme i ponti di primavera per una nuova possibile ondata di contagi. Se il numero dei malati continuerà a calare, il governo valuterà una riapertura graduale. Ma prima di Maggio niente passeggiate, nè saranno aperti bar e ristoranti. Anche quando potremo di nuovo uscire, non solo per urgenze, spiegano gli esperti, bisognerà mantenere la distanza di almeno un metro e indossare la mascherina nei luoghi pubblici.
CAMMINATE – È “da intendersi consentito, ad un solo genitore, camminare con i propri figli minori in quanto tale attività può essere ricondotta alle attività motorie all’aperto, purché in prossimità della propria abitazione”. Lo prevede una nuova circolare inviata dal Viminale ai prefetti per “chiarimenti” sui divieti di assembramento e spostamenti a causa dell’emergenza coronavirus.
FAKE NEWS – Sta circolando in rete una nuova autocertificazione: nessuna nuova disposizione è arrivata dal Ministero dell’Interno, precisano dal Viminale.
RICETTA VIA SMS – Per fronteggiare il coronavirus, la Sanità in Lombardia si evolve e diventa completamente digitale: ora è possibile ritirare i medicinali in farmacia senza la copia cartacea della ricetta, semplicemente presentando la tessera sanitaria e il codice della ricetta. E dal 3 aprile tutti coloro che hanno attivato il Fascicolo sanitario elettronico (e che hanno quindi fornito alla Regione i propri dati) riceveranno il codice via email e sul cellulare. Se non lo avete ancora fatto andate sul sito www.fascicolosanitario.regione.lombardia.it e inserite il vostro numero di cellulare”. La Regione ha anche attivato un Contact Center al numero verde 800.030.606 o via e-mail all’indirizzo di posta elettronica contactcenter-SISS@regione.lombardia.it.
RICAPITOLIAMO: ALIMENTARI E FARMACIE SEMPRE APERTI, NIENTE ASSALTO AI SUPERMERCATI. SI ESCE SOLO PER NECESSITA’ DI LAVORO, DI SALUTE, PER FARE SPESA. DIFFONDIAMO SOLO NOTIZIE CERTE, EVITIAMO PSICOSI E DIFFIDIAMO DA CHI SUI SOCIAL SPARGE NOTIZIE CHE NON ARRIVINO DA REGIONE, PREFETTURA, PROTEZIONE CIVILE O GOVERNO. Ecco i numeri utili: 1500 (Ministero Salute), 800894545 (nuovo numero verde di Regione Lombardia) e 112 (di emergenza, da non intasare).