CORONAVIRUS, AGGIORNAMENTO 25-03 ORE 20

Facebooktwittermail

14D6E732-B82D-4FA8-A257-7A988EC2A2B8CALA IL NUMERO DEI CONTAGI E DECESSI. CAPO PROTEZIONE CIVILE BORRELLI IN ISOLAMENTO, BERTOLASO RICOVERATO AL SAN RAFFAELE. CONTE ANNUNCIA PROSSIMO DECRETO LEGGE DA 25 MILIARDI (tutte le notizie anche sul sito diegobianchinews.it @copyright – vietata riproduzione, ok alla condivisione)
PROTEZIONE CIVILE -. In Italia il numero di contagiati dal coronavirus è in calo per il quarto giorno consecutivo. I malati sono 3.491 in più per un totale di 57.521. Sono complessivamente 7.503 le vittime con un aumento rispetto a giovedì di 683. Sono 9.362 i guariti (1.036 più) mentre le persone in terapia intensiva restano 3.489. “Viviamo una fase di apparente stabilizzazione e crediamo che il numero di persone infette sia coerente con il trend che la diffusione ha avuto nel Paese: questo ci fa pensare che è indispensabile, se vogliamo vedere la curva stabilizzarsi e poi decrescere, mantenere le rigorose misure di contenimento e di distanziamento sociale”. Così il vice direttore della Protezione Civile, Agostino Miozzo, ha risposto a chi gli chiedeva un bilancio a 2 settimane dalle misure per tutta Italia. “E’ un momento delicato, non bisogna abbassare la guardia se no curva potrebbe risalire”, ha aggiunto. Il capo della Protezione Civile Angelo Borrelli ha accusato questa mattina sintomi febbrili mentre era in corso il comitato operativo. Ora è in isolamento, è stato sottoposto a nuovo tampone. Morti altri 7 medici, sono 33 da inizio emergenza.
LOMBARDIA – Sono 1.643 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Lombardia. A fare il punto della situazione l’assessore alla Sanità della Regione, Giulio Gallera, che ha indicato come si tratti di un numero in calo rispetto a ieri. In totale i contagiati in tutta la Regione sono 32.346. Le persone decedute nelle ultime 24 ore sonno 296 e complessivamente salgono a 4.474. I guariti nell’ultimo giorno sono stati 624 e complessivamente arrivano a 7.281. Questi ultimi due trend, in particolare, sono rispettivamente in calo e in crescita: i decessi sono calati dai 402 di ieri ai 296 di oggi, mentre i guariti ieri erano 582 e oggi 624. La crescita dei ricoverati in terapia intensiva invece è di 42 pazienti. Precisazione sui tamponi da parte dell’assessore Giulio Gallera: “Si fanno solo ai sintomatici, abbiamo agito in quella direzione come da indicazione dell’ISS e Ministero della Salute. Il problema non è fare o non fare il tampone perchè chi può trasmettere Covid è in numeri elevati. Quindi noi abbiamo deciso di considerare malati di Covid tutte le persone con sintomi, dal raffreddore in poi: saranno monitorati dai medici di medicina generale e saranno isolati. Per questo abbiamo acquistato moltissimi saturimetri, per monitorare i malati a casa. Stiamo lavorando su strutture alberghiere o sanitarie inattive per collocare chi nel proprio domicilio non può rimanere. Intanto diminuisce la pressione nei Pronto Soccorso lombardi”. Ecco i dati per province: Bergamo 7072 (+344), Brescia 6597 (+299), Como 706 (+71), Cremona 3156 (+95), Lecco 1076 (+ 61), Lodi 1884 (+24), Monza e Brianza 1587 (+133), Milano 6074 (+373), con Milano città a 2438 (+141), Mantova 1176 (+83), Pavia 1578 (+79), Sondrio 284 (+31), Varese 468 (+18) e 688 i casi in corso di verifica.
BERTOLASO – E’ stato ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano Guido Bertolaso, l’ex capo della protezione civile chiamato dal presidente della Lombardia, Attilio Fontana, come consulente per il progetto del nuovo ospedale in fiera. Proprio ieri aveva annunciato di avere la febbre e di essere risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono stabili.
CONTE – Mentre OMS spiega che il picco dei contagi in Italia è previsto entro il fine settimana, ecco l’informativa urgente alla Camera da parte del premier Conte: “E’ una emergenza senza precedenti per l’Italia e per il mondo intero. Ora l’imperativo è garantire il massimo grado possibile di liquidità alle imprese”. E avverte: “Stiamo lavorando per incrementare il sostegno alla liquidità e al credito che, con il decreto “Cura Italia” già adottato, è in grado di mobilitare la cifra di 350 miliardi di euro. E con il nuovo intervento normativo di Aprile, a cui stiamo lavorando, confidiamo di pervenire a uno strumento complessivo altrettanto significativo rispetto a quanto sin qui operato. Interverremo anche con stanziamenti aggiuntivi di non minore importo rispetto ai 25 miliardi già stanziati con il primo decreto. Lavoreremo anche ad uno snellimento burocratico”.
ONU – “L’umanità intera è minacciata dal covid-19”. Lo affermano le Nazioni Unite, annunciando un piano globale contro la pandemia che prevede lo stanziamento di 2 miliardi di dollari per combattere la malattia in Sud America, Africa, Medio Oriente e Asia.
TG LEONARDO – “Scienziati cinesi creano supervirus polmonare da pipistrelli e topi. Serve solo per motivi di studio ma sono tante le proteste”. È il titolo di un servizio montato come un thriller di Tg Leonardo, andato in onda nel 2015. Riferisce di un esperimento condotto in collaborazione fra l’Accademia delle scienze cinese e l’università della North Carolina, cui partecipò anche l’università di Wuhan. Nella città epicentro dell’attuale pandemia esiste infatti un laboratorio di massima sicurezza (classificato come P4). E non è mancato chi ha sospettato, con teorie complottistiche, che da lì sia uscito per sbaglio il coronavirus di oggi. La tesi circola almeno da febbraio ed è stata smentita già una settimana fa da uno studio di Nature Medicine, che dimostrava che l’attuale virus è di origine naturale, non artificiale.
RICAPITOLIAMO: ALIMENTARI E FARMACIE SEMPRE APERTI, NIENTE ASSALTO AI SUPERMERCATI. SI ESCE SOLO PER NECESSITA’ DI LAVORO, DI SALUTE, PER FARE SPESA. DIFFONDIAMO SOLO NOTIZIE CERTE, EVITIAMO PSICOSI E DIFFIDIAMO DA CHI SUI SOCIAL SPARGE NOTIZIE CHE NON ARRIVINO DA REGIONE, PREFETTURA, PROTEZIONE CIVILE O GOVERNO.
Ecco i numeri utili: 1500 (Ministero Salute), 800894545 (nuovo numero verde di Regione Lombardia) e 112 (di emergenza, da non intasare).