AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 9 LUGLIO ORE 20

Facebooktwittermail

CONTAGI IN RISALITA. STOP AD INGRESSI DA 13 PAESI A RISCHIO COVID. ARCURI SU APP IMMUNI: TARGET NON RAGGIUNTO (tutte le notizie su diegobianchinews.it @copyright, siti e social di Itinerari News e Pavia Uno Tv)
MINISTERO DELLA SALUTE – In risalita i nuovi contagiati da Covid: sono 229 nelle ultime 24 ore (erano stati 193 ieri). Più della metà (119) in Lombardia. Il totale è 242.363. I morti sono stati 12, contro i 15 di ieri. Complessivamente le vittime sono così diventate 34.926.
Scendono a 69 i pazienti affetti da Covid in terapia intensiva, due in meno di ieri. Quasi la metà (30) sono in Lombardia; seguono Lazio (13), Piemonte ed Emilia Romagna (10). I ricoverati con sintomi sono 871 (-18), 12.519 le persone in isolamento domiciliare, in calo rispetto a ieri.
Gli attualmente positivi sono 13.459, in flessione rispetto ai 13.595 di ieri. I guariti sono invece 193.978, 338 in più di ieri. I tamponi nelle ultime 24 ore sono stati 52.552, circa 2mila in più di ieri. Il totale sale a 5.806.668. Intanto ieri l’ultimo paziente ha ricevuto il tampone negativo e così la terapia intensiva dell’ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo è diventata covid free.
REGIONE LOMBARDIA – I nuovi casi positivi sono 119, di cui 33 a seguito di test sierologici e 34 debolmente positivi, 217 i dimessi e guariti e 5 i morti. da inizio epidemia in Lombardia sono stati diagnosticati 94.770 casi, di questi 67.467 sono guariti e 2.216 dimessi, 16.730 sono morti. Al netto di vittime e guariti in Lombardia sono 8.357 i positivi, di cui 31 in terapia intensiva (-3) e 201 ricoverati con sintomi negli altri reparti (-10), 8.125 in isolamento domiciliare. I casi per province: Milano: 35, di cui a Milano città: 15; Bergamo: 28; Brescia: 14; Como: 1; Cremona: 5; Lecco: 1; Lodi: 0; Mantova: 15; Monza e Brianza: 6; Pavia: 4; Sondrio: 1; Varese: 5. In Italia.
RAPPORTO ISTAT-ISS – Solo nelle Regioni più colpite dall’epidemia di coronavirus persiste nel mese di Maggio un lieve eccesso di mortalità (3,9%). Il primato spetta alla Lombardia, in cui si osserva l’eccesso di decessi più marcato (8,6%), sebbene sia considerevolmente inferiore all’incremento del 190% riscontrato nella stessa Regione a Marzo e al 112% di Aprile. Lo si legge nel terzo Rapporto dell’Istat e dell’Iss sul Covid-19.
ARCURI SU APP IMMUNI – La app immuni, nata per «tracciare» i contagi da coronavirus non ha raggiunto al momento il target prestabilito: troppo pochi gli utenti, difficile che il dispositivo si traduca in uno strumento utile a mappare e tenere sotto controllo l’evolversi dell’epidemia in Italia. Lo ha detto il commissario Domenico Arcuri nel corso di un webinar organizzato dal centro studi americani di Roma. Al momento, gli utenti che hanno scaricatoi sullo smartphone la app immuni sarebbero poco meno di 4 milioni e mezzo, quindi molto meno del 10% della popolazione italiana.
STOP AD INGRESSI – “Divieto di ingresso per chi arriva da Paesi a rischio”. Lo dispone un’ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza, sentiti i ministri degli Affari Esteri, dell’Interno e dei Trasporti. Divieto di ingresso e transito in Italia per chi nei quattordici giorni antecedenti ha soggiornato o è transitato in 13 Paesi: Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Perù, Repubblica Dominicana. “Nel mondo la pandemia è nella sua fase più acuta. Non possiamo vanificare i sacrifici fatti dagli italiani in questi mesi”, dice Speranza. Al fine di garantire un adeguato livello di protezione sanitaria sono sospesi anche i voli diretti e indiretti da e per i Paesi indicati nell’ordinanza. La scelta, sottolinea Speranza, è stata quella della “massima prudenza”.
VICENDA BENGALESE – E’ sbarcato dal Bangladesh a Fiumicino da un volo proveniente da Dacca, è stato messo in isolamento fiduciario ma non ha rispettato le misure restrittive, viaggiando in treno e in taxi tra Roma e la Romagna. Il 7 Luglio è risultato positivo dopo un controllo a Roma Termini: nei suoi spostamenti potrebbe aver contagiato chiunque. Si tratta di un cittadino bengalese di 53 anni arrivato in Italia il 23 Giugno, che ha infranto più volte le misure della quarantena fiduciaria di due settimane disposte al suo arrivo.
DAL15 GIUGNO IN CORSO LA FASE 3. LA MASCHERINA DEVE COPRIRE NASO E BOCCA, OBBLIGATORIA ANCHE ALL’ESTERNO IN LOMBARDIA FINO AL 14 LUGLIO. UTILIZZATE SEMPRE IL DISTANZIAMENTO DI ALMENO UN METRO DALLE PERSONE, EVITANDO LUOGHI AFFOLLATI. CONDIVIDETE SOLO NOTIZIE CERTE PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, NO FAKE NEWS. #emergenza #coronavirus #fase3 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews #agenziacreativamente