AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 29 LUGLIO ORE 19

Facebooktwittermail

ISS: CASI STABILI NEGLI ULTIMI 30 GIORNI. PROROGA STATO DI EMERGENZA AL 15 OTTOBRE, VI SPIEGHIAMO PERCHE’ (tutte le notizie su diegobianchinews.it @copyright, siti e social di Itinerari News e Pavia Uno Tv, dove stasera alle 21 ci sarà la diretta di Incontri InFormativi)
MINISTERO DELLA SALUTE – Sono 289 i nuovi contagi da coronavirus in Italia, nelle ultime 24 ore, per un totale di 246.777 casi. Lo ha reso noto il ministero della Salute, aggiungendo che sono sei i decessi registrati in un giorno, per un totale di 35.129 morti. I tamponi effettuati sono stati 56.018, quasi 8mila in più del giorno precedente. Solo due Regioni, Umbria e Basilicata, non registrano nuovi positivi. Le persone attualmente positive in Italia sono 12.616 (+7). I guariti sono 199.031 (+275). I pazienti in terapia intensiva sono ora 38, in calo di 2 unità. Sono 11.847 quelli in isolamento domiciliare (+27), 731 quelli ricoverati con sintomi (-18).
REGIONE LOMBARDIA – Nessun nuovo decesso, +161 guariti e zero nuovi contagi nelle province di Lodi, Pavia e Sondrio. Questi i dati più significativi relativi della giornata. Sono stati fatti 8.658 tamponi (1.280.533 dal 21 febbraio) e sono stati diagnosticati 46 nuovi casi nelle ultime 24 ore di cui 18 ‘debolmente positivi’ e 7 a seguito di test sierologici), 161 sono i pazienti dimessi o guariti e tornano a zero i morti: negli ultimi 5 giorni ce n’è stato solo uno, ieri. Da inizio epidemia in Lombardia sono stati registrati 96.054 casi di Covid-19. Di questi, 70.822 sono guariti e 1.867 sono stati dimessi (totale 72.689) e 16.802 sono morti. Degli attualmente positivi diagnosticati 13 (stabili) sono in terapia intensiva e 154 (+3) sono ricoverati in altri reparti. I dati per province: Milano: 13 di cui 6 a Milano città, Bergamo: 7, Brescia: 10, Como: 1, Cremona: 2, Lecco: 1, Lodi: 0, Mantova: 6, Monza e Brianza: 4, Pavia: 0, Sondrio: 0, Varese: 2.
ISS – Negli ultimi 30 giorni “viaggiamo intorno ai 200-300 casi giornalieri di positivi, un dato stabile nonostante piccole variazioni giornaliere”. Tuttavia, la trasmissione del Sars-Cov-2, “sebbene sotto controllo continua, a persistere in tutte le aree del paese”, come dimostrano i focolai pur contenuti “presenti in modo diffuso un po’ nelle varie regioni”. Lo ha spiegato il presidente dell’Istituto Superiore di Sanità (Iss) durante la presentazione del Rapporto OsMed sull’uso dei farmaci durante l’epidemia COVID-19, presentato oggi dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa) rapporto che registra un boom del consumo di idrossiclorochina che ha fatto registrare una variazione del 4.662% di confezioni per 10.000 abitanti al giorno a livello nazionale. Un picco limitato nel tempo per l’immunosoppressore tocilizumab. L’aumento, previsto, di sedativi e ossigeno. A illustrare l’andamento del consumo di medicinali forniti in ospedale è il Rapporto OsMed sull’uso dei farmaci durante l’epidemia COVID-19, presentato oggi dall’Agenzia Italiana del Farmaco (Aifa).
PROROGATO STATO DI EMERGENZA – Via libera dell’Aula della Camera alla risoluzione di maggioranza che proroga lo stato di emergenza sulla crisi coronavirus fino al 15 Ottobre. Il documento è stato approvato con 286 voti a favore, 221 contrari e 5 astenuti. In mattinata il premier Giuseppe Conte ha riferito in Aula con un lungo intervento in cui ha spiegato che “la proroga, se si epura la discussione da posizioni ideologiche, è una scelta inevitabile, per certi aspetti obbligata, fondata su valutazioni squisitamente tecniche. Non sto dicendo ovviamente che è preclusa una valutazione politica, anzi oggi vi viene richiesta, ma voglio dire che il governo sta operando questa valutazione sulla base di mere istanze organizzative, operative, non certo perché si vuole fare un uso strumentale per atteggiamento liberticida, reprimere il dissenso o ridurre la popolazione in uno stato di soggezione. Sono affermazioni gravi che non hanno nessuna corrispondenza nella realtà”.
“Se non si condivide la necessità di prorogare l’emergenza lo si dica in modo franco al governo ma non si faccia confusione sulla popolazione, perché oggi sui social c’è qualche cittadino convinto che prorogare lo stato d’emergenza significhi rinnovare il lockdown dal primo Agosto. Non è affatto così”. “Manteniamo un cauto livello di guardia, non intendiamo introdurre misure restrittive- ha proseguito Conte – . Vi posso assicurare che da parte del Governo, mia personale, di tutti i ministri non vi è nessuna intenzione di drammatizzare, né di alimentare paure ingiustificate nella popolazione. La scelta di prorogare lo stato di emergenza non è affatto riconducibile alla volontà di voler creare una ingiustificata situazione di allarme”. E poi ribadisce che non c’è intenzione di adottare “nuove misure restrittive ma, se del caso, confermare quelle misure precauzionali minime che ci stanno consentendo di convivere con il virus”.
MISURE ANTICOVID PROROGATE FINO AL 31 LUGLIO. IN LOMBARDIA MASCHERINE ALL’APERTO SOLO SE MANCA LA DISTANZA MINIMA DI UN METRO DALLE PERSONE, EVITATE LUOGHI AFFOLLATI. CONDIVIDETE SOLO NOTIZIE CERTE PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, NO FAKE NEWS. #emergenza #coronavirus #fase3 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews #agenziacreativamente