AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS, 29-06 ORE 20

Facebooktwittermail

126 CONTAGIATI E 6 VITTIME, IL NUMERO PIU’ BASSO DA FEBBRAIO. IN LOMBARDIA OBBLIGO MASCHERINA FINO AL 14 LUGLIO. CALCETTO E DISCOTECHE DAL 10 LUGLIO
MINISTERO DELLA SALUTE – In Italia ci sono 126 nuovi casi di coronavirus, in flessione rispetto ai 174 di domenica, su 27.218 tamponi eseguiti. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati 6 decessi (il numero più basso da fine febbraio) per un totale di vittime, da inizio emergenza, che arrivano a 34.744. In terapia intensiva restano ricoverati 96 pazienti. Diminuiscono di 2 unità i pazienti in terapia intensiva, oggi sono 96, dei quali 43 in Lombardia. In 9 Regioni e nella provincia di Trento non ci sono più ricoverati in rianimazione. I ricoverati con sintomi sono 1.120, 40 in meno rispetto a domenica, 15.280 le persone in isolamento domiciliare, 143 in meno rispetto alla giornata precedente e 16.496 gli attualmente positivi (185 in meno), secondo i dati del ministero della Salute. Solo quattro Regioni hanno registrato nuove vittime nelle ultime 24 ore: Lombardia, Piemonte, Emilia-Romagna e Toscana. n 8 Regioni non si registrano invece nuovi positivi: Marche, Puglia, Friuli Venezia Giulia, Umbria, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria, Molise, nella Provincia autonoma di Trento.
NUOVA ORDINANZA IN LOMBARDIA – La nuova ordinanza firmata dal Governatore Attilio Fontana prolunga l’obbligo di indossare anche all’aperto mascherine o altri indumenti a protezione di naso e bocca fino al 14 Luglio. Valgono le eccezioni precedentemente previste, tra cui l’attività sportiva all’aperto. Al via dal 1° Luglio a congressi e manifestazioni fieristiche. Dal 10 Luglio, in conformità con le linee guida del D.P.C.M, possono riprendere gli sport di contatto. Nella stessa data possono riaprire discoteche e sale da ballo dotate di spazi all’aperto. Sui luoghi di lavoro continua l’obbligo di misurazione temperatura ai dipendenti.
I DATI ODIERNI IN LOMBARDIA – In Lombardia ci sono 78 nuovi casi di coronavirus (di cui 21 individuati dopo test sierologico e 28 debolmente positivi) su 7.991 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore si registra un solo decesso, con il totale che sale a 16.640 morti da febbraio. I guariti e i dimessi arrivano a 66.376. In terapia intensiva restano ricoverati 43 pazienti e negli altri reparti 321. Ecco i dati per province: Milano 36 (totale 24.353) di cui 18 a Milano città, Bergamo 13 (14.363), Brescia 9 815.622), Como 0 (4.094), Cremona 2 (6.611), Lecco 2 (2.831), Lodi 0 (3.572), Mantova 3 (3.484), Monza e Brianza 3 (5.773), Pavia 0 (5.569), Sondrio 0 (1.587), Varese 5 (3.908).
MINISTRO SPERANZA – “Quando vedo immagini di assembramenti sono preoccupato, dobbiamo ancora rispettare alcune regole fondamentali. Ma ho fiducia nei cittadini”. Così il ministro della Salute Roberto Speranza, commentando quanto successo in questo primo ponte festivo della “Fase 3”. “Voglio sottolineare— ha aggiunto — che gli italiano hanno avuto un comportamento esemplare per la stragrande maggioranza dei casi. La prova non era facile, e sono stati all’altezza della sfida. Dopo tante settimane c’è una volontà naturale di ripartire, è comprensibile ma dobbiamo farlo rispettando ancora alcune regole: mascherina, distanziamento, lavare le mani. La seconda ondata è possibile, nessuno può escluderla con certezza… Dobbiamo continuare a rafforzare il nostro servizio sanitario per essere pronti”.
OMS – “Il peggio deve ancora arrivare. Mi dispiace dirlo ma con questo ambiente e in queste condizioni, noi temiamo il peggio. Un mondo diviso aiuta il coronavirus a diffondersi”. Lo ha affermato il direttore generale dell’Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus. “La pandemia è ancora lontana dalla fine – ha aggiunto -. La nuova normalità sarà convivere con il virus. Nei prossimi mesi avremo bisogno di ancora più resilienza, pazienza e generosità”.
ATTENZIONE: DAL15 GIUGNO IN CORSO LA FASE 3. LA MASCHERINA DEVE COPRIRE NASO E BOCCA, OBBLIGATORIA ANCHE ALL’ESTERNO IN LOMBARDIA FINO AL 14 LUGLIO. UTILIZZATE SEMPRE IL DISTANZIAMENTO DI ALMENO UN METRO DALLE PERSONE, EVITANDO LUOGHI AFFOLLATI. LA NUOVA “NORMALITA’” VERRA’ VINTA CON IL SENSO DI RESPONSABILITA’ DA PARTE DI TUTTI!!! DIFFONDIAMO SOLO NOTIZIE CERTE!!! #emergenza #coronavirus #fase3 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews #agenziacreativamente