AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 26 LUGLIO ORE 18

Facebooktwittermail

CASI IN CALO, IN LOMBARDIA TRE GIORNI SENZA VITTIME. IN METRO A VOLTO SCOPERTO: 13 MULTE DA 400 EURO A MILANO (tutte le notizie su diegobianchinews.it @copyright, siti e social di Itinerari News e Pavia Uno Tv)
MINISTERO DELLA SALUTE – Lieve calo dei nuovi casi di coronavirus in Italia: nelle ultime 24 ore si sono registrati infatti 255 contagi contro i 275 di ieri. I decessi sono stati 5, per un totale, dall’inizio della pandemia di 35.107 morti. Cinque le regioni per le quali non si registrano nuovi contagi: Umbria, Calabria, Sardegna, Valle d’Aosta e Basilicata.
REGIONE LOMBARDIA –In Lombardia ci sono 74 nuovi casi di coronavirus, di cui 11 “debolmente positivi” e 12 a seguito di test sierologici, a fronte di 8.057 tamponi eseguiti. Si segnalano 13 contagi a Milano (di cui 10 in città) e zero a Lodi. Per il terzo giorno consecutivo non si registrano vittime (da inizio emergenza restano 16.801). Ci sono altre 78 persone tra i guariti e i dimessi (72.349 in tutto) mentre in terapia restano ricoverati 13 pazienti. Le province: Bergamo 25, Milano 13 casi, di cui Milano città 10, Brescia 9, Varese 8, Monza e Brianza 6, Como 3, Cremona e Sondrio 2, Lecco, Mantova e Pavia 1, Lodi 0.
CONTROLLI A MILANO – La questura di Milano ha effettuato sabato sera, dopo cena, un servizio di ordine pubblico presso la stazione metropolitana Porta Garibaldi MM 2 nel corso del quale i poliziotti hanno identificato 186 persone: quattro minori sono stati indagati in stato di libertà per resistenza, minaccia e oltraggio a pubblico ufficiale e perché trovati in possesso di 11 involucri di hashish (dal peso complessivo di 11,5 grammi), 2 di marijuana e di 2 coltelli di grosse dimensioni. La Polizia di Stato ha, inoltre, elevato 13 sanzioni amministrative per il mancato uso delle mascherine anti- contagio. La contravvenzione è di 400 euro, che scendono a 280 se pagata entro cinque giorni.
TEST PASSEGGERI SU BUS LAZIO – La Regione Lazio ha annunciato di star preparando “un’ordinanza per effettuare i test ai viaggiatori in pullman dai Paesi a rischio” coronavirus. Lo scopo è quello di contenere i casi d’importazione, in particolare dalla Romania. A preoccupare sono soprattutto coloro che lavorano accanto agli anziani e alle persone più fragili che sono le categorie maggiormente a rischio.
FOCOLAIO PESARO URBINO – Il coronavirus è tornato nella provincia di Pesaro Urbino. Un focolaio è emerso a Montecopiolo, un paese di mille abitanti, dopo che un positivo ha partecipato a una festa. Sei le persone contagiate, altri tre soggetti, i cui tamponi hanno dato esito indefinito, manifestano sintomi riconducibili al virus. Settanta, invece, le persone poste in isolamento.
NEL MONDO – In ognuna delle ultime cinque settimane sono stati registrati oltre un milione di nuovi casi di coronavirus, con picchi di 280mila nelle giornate di ieri e oggi. E’ l’allarme lanciato dall’Organizzazione mondiale della sanità che ha spiegato che “l’aumento è determinato dal contagio in Paesi grandi e popolosi, come nelle Americhe e nel Sud Est Asiatico, anche se nessun Paese è immune”.
MISURE ANTICOVID PROROGATE FINO AL 31 LUGLIO. IN LOMBARDIA MASCHERINE ALL’APERTO SOLO SE MANCA LA DISTANZA MINIMA DI UN METRO DALLE PERSONE, EVITATE LUOGHI AFFOLLATI. CONDIVIDETE SOLO NOTIZIE CERTE PROVENIENTI DALLE ISTITUZIONI, NO FAKE NEWS. #emergenza #coronavirus #fase3 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews #agenziacreativamente