AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 25-05-20 ORE 19

Facebooktwittermail

300 NUOVI POSITIVI, LA META’ IN LOMBARDIA: MAI COSI’ POCHI CONTAGIATI DA FINE FEBBRAIO. ASSISTENTI CIVICI, IL VIMINALE FRENA IL MINISTRO BOCCIA (tutte le notizie sul sito diegobianchinews.it @copyright pagina Fb, oggi dirette video ore 17 e ore 21,30)
PROTEZIONE CIVILE – Trecento nuovi casi di coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore su un totale di 230.158: è il dato più basso dal 29 febbraio, dall’inizio dell’emergenza, pur tenendo conto che si riferisce alla domenica e che, come sempre nel weekend, sono stati effettuati pochi tamponi, 35.241. La percentuale di positivi rispetto ai tamponi è dello 0,85%, la più bassa di sempre, come del resto quella dei positivi sui nuovi casi testati (escludendo i tamponi di controllo), all’1,4%. In sostanza ogni mille tamponi si trovano 14 positivi. Le persone attualmente malate sono 55.300 (in calo di 1.294 unità). I decessi sono 92 (in tutto 32.877) mentre i guariti 1.502 (in tutto 141.981).
Rimangono ricoverate in terapia intensiva 541 persone, 12 meno di ieri. Di questi, 196 sono in Lombardia, uno meno di ieri. I malati ricoverati con sintomi sono invece 8.185, con un calo di 428 rispetto a ieri, mentre quelli in isolamento domiciliare sono 46.574, con un calo di 854 rispetto a ieri. Quattro regioni – Umbria, Calabria, Molise e Basilicata – e la provincia autonoma di Bolzano registrano zero nuovi contagiati. Nessuna vittima in Valle d’Aosta, Friuli Venezia Giulia, Alto Adige (1 morto in Trentino), Umbria, Campania, Sardegna, Calabria, Molise, Basilicata.
REGIONE LOMBARDIA – Sono 148 i nuovi casi da coronavirus in Lombardia. E’ il bilancio aggiornato del 25 maggio dalla Regione secondo cui sono 34 i morti. Confermati gli zero decessi di Domenica (dato sul quale si pensava che ci fossero ritardi di comunicazione di alcune strutture sanitarie). I dati per province: Milano 22.726 (+46 rispetto a ieri) di cui 9.624 (+27) a Milano città, Bergamo 12.954 (+48), Brescia 14.479 (+3), Como 3.760 (+3), Cremona 6.396 (+5), Lecco 2.724 (+4), Lodi 3.406 (3), Mantova 3.320 (=), Monza Brianza 5.460 (+21), Pavia 5.206 (+4), Sondrio 1.426 (+10), Varese 3.511 (+5), più 1.890 in corso di verifica.
MILANO – Stretta antimovida del sindaco di Milano Beppe Sala: sarà vietato a Milano vendere bevande per l’asporto dopo le 19: è quanto è stato annunciato al termine di un incontro in prefettura fra il primo cittadino, il presidente della Regione Attilio Fontana e il prefetto Renato Saccone. Il divieto di asporto riguarderà non solo i bar “ma anche i negozietti di prossimità ma non i supermercati”, ha spiegato Sala. “Di fatto quello che sanzioneremo sarà il consumo di alcolici in piedi se non sarà in un luogo dedicato, definito come spazio prospiciente al bar”, ha aggiunto il sindaco. La norma sarà in funzione a partire da martedì sera dopo un’ordinanza del sindaco. Non ci saranno quindi chiusure anticipate o modifiche agli orari di apertura e chiusura dei bar.
ASSISTENTI CIVICI – Il ministero degli Affari regionali fa chiarezza sulla figura degli assistenti civici, 60mila persone che avranno il compito di aiutare a vigilare sul rispetto delle regole durante la Fase 2. “Si tratta di volontariato, non di vigilanza, ronda o sentinelle anti spritz. Questi volontari non potranno chiedere i documenti ma solo segnalare a vigili e forze dell’ordine”. Ma il Viminale replica: “Noi non siamo stati informati. Comunque queste figure non dovranno comportare compiti aggiuntivi per le prefetture e per le forze di polizia già quotidianamente impegnate nei controlli sul territorio”. E si apre uno scontro istituzionale.
OMS – L’Organizzazione mondiale della sanità ha annunciato la decisione di sospendere i test sull’uso della idrossiclorochina per il trattamento della Covid-19, manifestando preoccupazione per la sicurezza. L’antimalarico è usato dal presidente americano Donald Trump per la prevenzione contro il coronavirus.
ATTENZIONE: LA MASCHERINA DEVE COPRIRE NASO E BOCCA, NON SOLO LA BOCCA! E UTILIZZATE SEMPRE IL DISTANZIAMENTO DI ALMENO UN METRO DALLE PERSONE, EVITANDO LUOGHI AFFOLLATI. LA NUOVA “NORMALITA’” VERRA’ VINTA CON L’ATTENZIONE E IL SENSO DI RESPONSABILITA’ DA PARTE DI TUTTI!!! DIFFONDETE SOLO NOTIZIE CERTE!!!
Ecco i numeri utili: 1500 (Ministero Salute), 800894545 (numero verde Regione Lombardia) e 112 (emergenza). Numero verde supporto psicologico 800833833, Numero per vittime di violenza e stalking 1522 #emergenza #coronavirus #fase2 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews