AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 23-05-20 ORE 21

Facebooktwittermail

CALANO LE VITTIME, AUMENTANO I POSITIVI IN LOMBARDIA MA 1 SU 4 E’ IN CASE DI RIPOSO. A BRESCIA DOPO LA MOVIDA NOTTURNA SCATTA IL “COPRIFUOCO” ALLE 21,30 (tutte le notizie sul sito diegobianchinews.it @copyright)
PROTEZIONE CIVILE – Oggi si registrano 119 vittime, un dato in flessione rispetto ai giorni scorsi (ieri 130). Il problema dei nuovi positivi rimane la Lombardia, perché su 669 casi ben il 66,1% dei contagi è lì, ovvero 441. Anche se è stato spiegato in Regione che 1 su 4 arriva da Rsa.Tutti i dati indicano comunque che l’epidemia sta regredendo, con un numero di morti in flessione e i dati su nuovi positivi sempre al minimo in rapporto ai tamponi fatti, perché è questo poi il dato che occorre guardare. Tra le altre regioni più colpite dal coronavirus, l’incremento di casi è di 60 casi in Piemonte, 43 in Emilia Romagna, di 10 in Veneto, di 12 in Toscana, di 38 in Liguria e di 18 nel Lazio. Nessun nuovo caso in Sicilia, Sardegna, Valle d’Aosta, Calabria e provincia di Bolzano. Nessuna nuova vittima invece in Valle d’Aosta, Umbria, Abruzzo, Campania, Calabria, Molise, Basilicata e provincia di Bolzano. C’è da registrare anche un lieve calo delle persone ricoverate in terapia intensiva, 572, ovvero 23 meno di ieri. Sono ancora ricoverate con sintomi 8695 persone, 262 meno di ieri. In isolamento domiciliare 48485 persone (-1285 rispetto a ieri).
REGIONE LOMBARDIA – Sono 441 i nuovi casi Covid -19 registrati in Lombardia (2,6% in rapporto ai tamponi giornalieri che sono stati 17.191, ieri era +293), 56 i decessi di oggi (ieri +57) e 688 i guariti (ieri +1.018). In tutto da inizio epidemia sono 658.784 i tamponi effettuati, 86.825 i casi positivi, 15.840 i morti, 45.355 i guariti. In lieve calo i ricoveri: in terapia intensiva ci sono 199 pazienti Covid -19 (-8) e 4.026 sono i ricoverati non in terapia intensiva (-2). “I dati di oggi segnano un leggero incremento della percentuale tra i tamponi effettuati e i casi risultati positivi – ha detto l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera – ma siamo scesi sotto la simbolica cifra delle 200 terapie intensive (sono 199 casi). Aumentano anche i guariti, mentre fra i nuovi positivi registrati oggi, contiamo 108 tamponi riguardanti operatori sanitari e ospiti delle Rsa, un numero più alto rispetto alla stessa casistica degli ultimi giorni. La diffusione del contagio fra la popolazione rimane quindi stabile”.
I numeri per province: Milano 22.616 (+88) di cui 9.565 (+40) a Milano città, Bergamo 12.834 (+102), Brescia 14.417 (+72), Como 3.747 (+34), Cremona 6.383 (+9), Lecco 2.717 (+11), Lodi 3.400 (+8), Mantova 3.314 (+4),, Monza e Brianza 5.421 (+12), Pavia 5.184 (+33), Sondrio 1.414 (+7), Varese 3.490 (+44) e 1.888 in corso di verifica.
CONTROLLI – Il primo weekend “libero” dopo il lungo lockdown: piagge affollate alla prova degli ombrelloni distanziati. Ieri sera piene strade e piazze della movida ma con presenze `disciplinate´. Poche infatti le multe, ma controlli serrati da parte delle migliaia di operatori delle forze dell’ordine che vigileranno lungo tutto il fine settimane sul rispetto di divieti e prescrizioni. In alcune città, come Brescia, dove invece si sono registrati assembramenti, alle 21.30 da stasera scatta il coprifuoco per decisione del sindaco. Alza la voce anche il governatore della Lombardia Attilio Fontana, pronto a “nuove restrizioni, per evitare che il lavoro svolto finora grazie alla maggioranza dei cittadini, venga vanificato da alcuni incoscienti”.
ATTENZIONE: LA MASCHERINA DEVE COPRIRE NASO E BOCCA, NON SOLO LA BOCCA! E UTILIZZATE SEMPRE IL DISTANZIAMENTO DI ALMENO UN METRO DALLE PERSONE, EVITANDO LUOGHI AFFOLLATI. LA NUOVA “NORMALITA’” VERRA’ VINTA CON L’ATTENZIONE E IL SENSO DI RESPONSABILITA’ DA PARTE DI TUTTI!!! DIFFONDETE SOLO NOTIZIE CERTE!!!
Ecco i numeri utili: 1500 (Ministero Salute), 800894545 (numero verde Regione Lombardia) e 112 (emergenza). Numero verde supporto psicologico 800833833, Numero per vittime di violenza e stalking 1522 #emergenza #coronavirus #fase2 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews