AGGIORNAMENTO CORONAVIRUS 02-07 ORE 20

Facebooktwittermail

SALGONO A 201 I NUOVI CASI (LA META’ IN LOMBARDIA) CON 53.000 TAMPONI EFFETTUATI, 30 I DECESSI. PLASMA IPERIMMUNE, L’UNIONE EUROPEA APPROVA IL PROGETTO DEL SAN MATTEO DI PAVIA (tutte le notizie su diegobianchinews.it @copyright, dove potete rivedere “Incontri InFormativi”, ospite il dott. Vanni Bascapè, farmacista)
MINISTERO DELLA SALUTE – In Italia ci sono 201 nuovi casi di coronavirus (per un totale che arriva a 240.961) sulla base di 53.243 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 30 decessi (che da inizio emergenza diventano in tutto 34.818). In terapia intensiva restano ricoverati 82 pazienti. Rispetto a ieri i positivi calano di 195 persone (-1,28%), i guariti aumentano di 366 (+0,19%). Dei nuovi casi, oltre ai 98 della Lombardia se ne segnalano 27 in Emilia-Romagna (13,43%) e 20 in Veneto (9,95%). Sono 6 le regioni che non registrano nessun nuovo caso (Puglia, Provincia autonoma di Bolzano, Valle d’Aosta, Calabria, Molise e Basilicata).
REGIONE LOMBARDIA – In Lombardia ci sono 98 nuovi casi di coronavirus (di cui 30 a seguito di test sierologici e 36 debolmente positivi) sulla base di 9.440 tamponi effettuati. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 21 decessi (che in totale salgono a 16.671). I ricoverati in terapia intensiva sono stabili a quota 41 mentre quelli non in terapia intensiva sono 241 (-36). I guariti e i dimessi sono arrivati a quota 67.610 (+188). I dati per province: Milano 28 di cui 17 a Milano città, Bergamo 23, Brescia 9, Como 4, Cremona 5, Lecco 2, Lodi 3, Mantova 5, Monza Brianza 2, Pavia 3, Sondrio 2, Varese 5.
PLASMA IPERIMMUNE – La Commissione europea ha approvato lo studio sulla terapia contro il Coronavirus, utilizzando il plasma dei pazienti guariti, sviluppata al San Matteo di Pavia. Di fatto il Policlinico pavese diventa il leader di questo programma europeo sul plasma. L’approvazione del progetto è anche un riconoscimento del lavoro e degli sforzi che il San Matteo ha fatto in questi mesi di emergenza sanitaria.
MINISTRO SPERANZA – Una seconda ondata del coronavirus è possibile, e serve cautela. Lo ha affermato il ministro della Salute Roberto Speranza. “La comunità scientifica non la esclude – ha spiegato -, noi ci auguriamo che non ci sia, ma di fronte al rischio dobbiamo conservare le regole di cautela, utilizzare le mascherine, evitare assembramenti e lavare le mani. E poi rafforzare il Ssn, negli ultimi cinque mesi abbiamo messo più soldi che negli anni passati. Per me è solo l’inizio”.
OMS SU ITALIA E SPAGNA – “Italia e Spagna hanno riportato l’epidemia Covid-19 sotto controllo con una combinazione di leadership, umiltà, partecipazione attiva di ogni membro della società e attuando un approccio globale. Entrambi i Paesi hanno affrontato una situazione spaventosa, ma l’hanno ribaltata”. Lo ha affermato il direttore generale dell’Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus, come riporta su Twitter l’account ufficiale dell’organizzazione.
ATTENZIONE: DAL15 GIUGNO IN CORSO LA FASE 3. LA MASCHERINA DEVE COPRIRE NASO E BOCCA, OBBLIGATORIA ANCHE ALL’ESTERNO IN LOMBARDIA FINO AL 14 LUGLIO. UTILIZZATE SEMPRE IL DISTANZIAMENTO DI ALMENO UN METRO DALLE PERSONE, EVITANDO LUOGHI AFFOLLATI. LA NUOVA “NORMALITA’” VERRA’ VINTA CON IL SENSO DI RESPONSABILITA’ DA PARTE DI TUTTI!!! DIFFONDIAMO SOLO NOTIZIE CERTE!!! #emergenza #coronavirus #fase3 #ripartelitalia #restiamoadistanza #nofakenews #paviaunotv #itinerarinews #agenziacreativamente